IPSOA Quotidiano

Attività di formazione: obblighi dichiarativi anche per l'Ente non commerciale

27/05/2022 - L'acquisizione della partita IVA da parte di un Ente esente da imposte (ente senza fini di lucro non riconosciuto) autorizzato all'esercizio dell'attività di formazione, sottintende che l'Ente effettui operazioni che abbiano i connotati dell'esercizio di attività d'impresa e che, conseguentemente, sussista in capo allo stesso l'obbligo della tenuta delle scritture contabili nonché il conseguente obbligo dichiarativo. E’ quanto ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risposta alla domanda di interpello n. 312 del 27 maggio 2022. L'acquisizione della partita IVA da parte di un Ente esente da imposte (ente senza fini di lucro non riconosciuto) autorizzato all'esercizio dell'attività di formazione, sottintende che l'Ente effettui operazioni che abbiano i connotati dell'esercizio di attività d'impresa e che, conseguentemente, sussista in capo allo stesso l'obbligo della tenuta delle scritture contabili nonché il conseguente obbligo dichiarativo. E’ quanto ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risposta alla domanda di interpello n. 312 del 27 maggio 2022.

Bonus edilizi: detraibilità visto di conformità, cessione o sconto in fattura e novità in materia di contrasto alle frodi

27/05/2022 - Le spese per il visto di conformità e per l’asseverazione sostenute a partire dal 12 novembre 2021 possono essere portate in detrazione, anche con riguardo ai bonus diversi dal Superbonus. Per quanto riguarda le opzioni di cessione o sconto, niente “visto” e “congruità” per le spese relative a opere in edilizia libera oppure di valore non superiore ai diecimila euro sostenute a partire dal 12 novembre 2021, con la sola eccezione di quelle che rientrano nel bonus facciate. Cessione o sconto possibili a partire dal 1° gennaio 2022 anche per le detrazioni spettanti per gli interventi di recupero volti alla realizzazione o all’acquisto di autorimesse o posti auto. Sono questi alcuni dei chiarimenti presenti nella circolare n. 19 del 27 maggio 2021 dell’Agenzia delle Entrate. La circolare fornisce una guida sui bonus “edilizi” aggiornata all’attuale normativa. Le spese per il visto di conformità e per l’asseverazione sostenute a partire dal 12 novembre 2021 possono essere portate in detrazione, anche con riguardo ai bonus diversi dal Superbonus. Per quanto riguarda le opzioni di cessione o sconto, niente “visto” e “congruità” per le spese relative a opere in edilizia libera oppure di valore non superiore ai diecimila euro sostenute a partire dal 12 novembre 2021, con la sola eccezione di quelle che rientrano nel bonus facciate. Cessione o sconto possibili a partire dal 1° gennaio 2022 anche per le detrazioni spettanti per gli interventi di recupero volti alla realizzazione o all’acquisto di autorimesse o posti auto. Sono questi alcuni dei chiarimenti presenti nella circolare n. 19 del 27 maggio 2021 dell’Agenzia delle Entrate. La circolare fornisce una guida sui bonus “edilizi” aggiornata all’attuale normativa.

Il creditore fallimentare può recuperare l'IVA di rivalsa anche se ha cessato l'attività

27/05/2022 - Con risposta all’interpello n. 309 del 27 maggio 2022, l’Agenzia delle Entrate ritiene che la legittima cessazione dell'attività e chiusura della partita IVA in pendenza della procedura concorsuale, possa essere ricondotta tra quelle ipotesi "residuali ed eccezionali" per cui sussistono «condizioni oggettive», non imputabili ad una "colpevole" inerzia del contribuente, «che non consentono di esperire il rimedio di ordine generale (ossia l'emissione di una nota di variazione in diminuzione)». L'istante può, dunque, presentare all'ufficio competente apposita istanza di rimborso al fine di recuperare il credito rimasto insoluto, previa dimostrazione di aver assolto correttamente tutti gli adempimenti di legge e di aver fatto concorrere a suo tempo l'IVA addebitata in rivalsa nella liquidazione periodica e annuale di riferimento. Con risposta all’interpello n. 309 del 27 maggio 2022, l’Agenzia delle Entrate ritiene che la legittima cessazione dell'attività e chiusura della partita IVA in pendenza della procedura concorsuale, possa essere ricondotta tra quelle ipotesi "residuali ed eccezionali" per cui sussistono «condizioni oggettive», non imputabili ad una "colpevole" inerzia del contribuente, «che non consentono di esperire il rimedio di ordine generale (ossia l'emissione di una nota di variazione in diminuzione)». L'istante può, dunque, presentare all'ufficio competente apposita istanza di rimborso al fine di recuperare il credito rimasto insoluto, previa dimostrazione di aver assolto correttamente tutti gli adempimenti di legge e di aver fatto concorrere a suo tempo l'IVA addebitata in rivalsa nella liquidazione periodica e annuale di riferimento.

Isopensione: nuove procedure telematiche di gestione

27/05/2022 - L’INPS, nel messaggio n. 2216 del 2022, comunica l’entrata in vigore della nuova modalità di gestione del processo di prestazione di esodo tramite l’isopensione. Sono infatti state introdotte nuove funzionalità del “Portale prestazioni atipiche” (“PRAT”), a disposizione degli enti esodanti, relative all’invio delle domande di prestazione di esodo e alla stampa della lettera di certificazione. L’INPS, nel messaggio n. 2216 del 2022, comunica l’entrata in vigore della nuova modalità di gestione del processo di prestazione di esodo tramite l’isopensione. Sono infatti state introdotte nuove funzionalità del “Portale prestazioni atipiche” (“PRAT”), a disposizione degli enti esodanti, relative all’invio delle domande di prestazione di esodo e alla stampa della lettera di certificazione.

Bonus edilizi: al via l'obbligo del CCNL. Quale si applica?

27/05/2022 - Nuovi obblighi per le imprese che effettuano i lavori edili di importo superiore a 70.000 euro. A partire dal 27 maggio, per la fruizione dei bonus edilizi occorre applicare i contratti collettivi di lavoro stipulati dalle associazioni datoriali e sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale nei cantieri temporanei e mobili. In particolare, il contratto collettivo applicato deve essere indicato nell'atto di affidamento dei lavori e riportato nelle fatture emesse in relazione all'esecuzione dei lavori. Sembra tuttavia complessa l’individuazione del CCNL applicabile, anche in considerazione del fatto che sono stati sottoscritti per il settore edile numerosissimi contratti. Qual è il contratto collettivo da applicare? A chi spettano le verifiche e i controlli? Nuovi obblighi per le imprese che effettuano i lavori edili di importo superiore a 70.000 euro. A partire dal 27 maggio, per la fruizione dei bonus edilizi occorre applicare i contratti collettivi di lavoro stipulati dalle associazioni datoriali e sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale nei cantieri temporanei e mobili. In particolare, il contratto collettivo applicato deve essere indicato nell'atto di affidamento dei lavori e riportato nelle fatture emesse in relazione all'esecuzione dei lavori. Sembra tuttavia complessa l’individuazione del CCNL applicabile, anche in considerazione del fatto che sono stati sottoscritti per il settore edile numerosissimi contratti. Qual è il contratto collettivo da applicare? A chi spettano le verifiche e i controlli?

Tirocini retribuiti nella PA: chi può partecipare

27/05/2022 - Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale entra in vigore il decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 23 marzo 2022 con cui si stabiliscono I criteri e i requisiti per lo svolgimento delle esperienze di formazione e lavoro professionalizzanti per giovani nella pubblica amministrazione. Si tratta di tirocini retribuiti organizzati insieme alle università e retribuiti. Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale entra in vigore il decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 23 marzo 2022 con cui si stabiliscono I criteri e i requisiti per lo svolgimento delle esperienze di formazione e lavoro professionalizzanti per giovani nella pubblica amministrazione. Si tratta di tirocini retribuiti organizzati insieme alle università e retribuiti.

Draft ESRS: in consultazione pubblica la bozza degli standard europei

16/05/2022 - La Commissione Europea ai fini della realizzazione di una Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD), ha previsto l'adozione degli EU Sustainability Reporting Standards (ESRS), ed ha chiesto all’EFRAG di fornire consulenza tecnica sotto forma di bozze di norme completamente preparate e/o di modifiche alle norme di rendicontazione della sostenibilità. La PTF-ESRS dovrà consegnare la sua Bozza ESRS per la consultazione pubblica con scadenza 8 agosto 2022. La prima serie di standard richiesta dalla proposta CSRD copre l'intera gamma di questioni di sostenibilità: ambiente, sociale, governance e standard trasversali. La Commissione Europea ai fini della realizzazione di una Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD), ha previsto l'adozione degli EU Sustainability Reporting Standards (ESRS), ed ha chiesto all’EFRAG di fornire consulenza tecnica sotto forma di bozze di norme completamente preparate e/o di modifiche alle norme di rendicontazione della sostenibilità. La PTF-ESRS dovrà consegnare la sua Bozza ESRS per la consultazione pubblica con scadenza 8 agosto 2022. La prima serie di standard richiesta dalla proposta CSRD copre l'intera gamma di questioni di sostenibilità: ambiente, sociale, governance e standard trasversali.

Revisori Legali: il pagamento della quota annuale evita la sospensione dall'Albo

09/05/2022 - Gli iscritti all’Albo dei Revisori Legali che non risultano aver provveduto al pagamento del contributo annuale per l’anno 2022 entro il 31 gennaio 2022, dovranno regolarizzare al più presto la loro posizione al fine di evitare l’attivazione della sospensione e successivamente, decorsi ulteriori 6 mesi dalla sospensione senza aver provveduto al versamento dei contributi omessi, la cancellazione dal Registro. A comunicarlo Ministero dell’Economia e Finanze, nella sezione dedicata ai revisori legali del sito istituzionale, che ricorda altresì le modalità per effettuare il pagamento. Gli iscritti all’Albo dei Revisori Legali che non risultano aver provveduto al pagamento del contributo annuale per l’anno 2022 entro il 31 gennaio 2022, dovranno regolarizzare al più presto la loro posizione al fine di evitare l’attivazione della sospensione e successivamente, decorsi ulteriori 6 mesi dalla sospensione senza aver provveduto al versamento dei contributi omessi, la cancellazione dal Registro. A comunicarlo Ministero dell’Economia e Finanze, nella sezione dedicata ai revisori legali del sito istituzionale, che ricorda altresì le modalità per effettuare il pagamento.

Rivalutazione e riallineamento: gli effetti contabili delle norme fiscali, compresa la revoca

05/05/2022 - L’OIC ha pubblicato la versione finale del Documento Interpretativo n. 10 relativo agli effetti contabili delle norme fiscali riguardanti rivalutazione e riallineamento ai sensi delle modifiche introdotte dalla legge di Bilancio 2022. Dopo avere ripercorso le modifiche introdotte dalla normativa fiscale di riferimento, il documento analizza gli effetti contabili delle quattro opzioni a disposizione delle imprese ed illustra l’informativa richiesta nei bilanci, tra cui la recente possibilità di revocare anche in bilancio gli effetti della rivalutazione. Si tratta della facoltà di estendere, a 50 anni, o di mantenere, a 18 anni, il periodo di ammortamento fiscale; oppure, della scelta di revoca dell’affrancamento fiscale con o senza rivalutazione. L’OIC ha pubblicato la versione finale del Documento Interpretativo n. 10 relativo agli effetti contabili delle norme fiscali riguardanti rivalutazione e riallineamento ai sensi delle modifiche introdotte dalla legge di Bilancio 2022. Dopo avere ripercorso le modifiche introdotte dalla normativa fiscale di riferimento, il documento analizza gli effetti contabili delle quattro opzioni a disposizione delle imprese ed illustra l’informativa richiesta nei bilanci, tra cui la recente possibilità di revocare anche in bilancio gli effetti della rivalutazione. Si tratta della facoltà di estendere, a 50 anni, o di mantenere, a 18 anni, il periodo di ammortamento fiscale; oppure, della scelta di revoca dell’affrancamento fiscale con o senza rivalutazione.

PNRR: la relazione sullo stato di attuazione

27/05/2022 - Nel Consiglio dei Ministri del 26 maggio 2022, il Sottosegretario alla Presidenza, Roberto Garofoli, ha svolto una relazione sullo stato del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e sui tempi di conseguimento dei 45 obiettivi di giugno 2022. Con gli obiettivi di giugno prendono concretamente forma alcuni importanti tasselli del Piano di trasformazione del Paese tra questi: la definizione di una nuova sanità territoriale, la riqualificazione e la valorizzazione dei territori, il riordino del settore degli appalti pubblici. La relazione evidenzia infine che sono già in via di definizione alcuni centrali obiettivi da raggiungere entro dicembre 2022. Tra questi, l’approvazione della disciplina della concorrenza e la riforma della giustizia tributaria. Nel Consiglio dei Ministri del 26 maggio 2022, il Sottosegretario alla Presidenza, Roberto Garofoli, ha svolto una relazione sullo stato del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e sui tempi di conseguimento dei 45 obiettivi di giugno 2022. Con gli obiettivi di giugno prendono concretamente forma alcuni importanti tasselli del Piano di trasformazione del Paese tra questi: la definizione di una nuova sanità territoriale, la riqualificazione e la valorizzazione dei territori, il riordino del settore degli appalti pubblici. La relazione evidenzia infine che sono già in via di definizione alcuni centrali obiettivi da raggiungere entro dicembre 2022. Tra questi, l’approvazione della disciplina della concorrenza e la riforma della giustizia tributaria.

Incentivi alle imprese: approvata la delega per un sistema organico

27/05/2022 - Il Consiglio dei Ministri del 26 maggio 2022 ha approvato un disegno di legge che introduce una delega al Governo per la definizione di un sistema organico degli incentivi alle imprese. Il disegno di legge ha l’obiettivo di recuperare efficienza e di incrementare gli investimenti, attraverso tre soluzioni attuative per: il migliore governo della politica industriale; il coordinamento e la razionalizzazione degli aiuti rispetto alle finalità incentivanti; la massima semplificazione, uniformità e conoscibilità del sistema degli incentivi. Il Consiglio dei Ministri del 26 maggio 2022 ha approvato un disegno di legge che introduce una delega al Governo per la definizione di un sistema organico degli incentivi alle imprese. Il disegno di legge ha l’obiettivo di recuperare efficienza e di incrementare gli investimenti, attraverso tre soluzioni attuative per: il migliore governo della politica industriale; il coordinamento e la razionalizzazione degli aiuti rispetto alle finalità incentivanti; la massima semplificazione, uniformità e conoscibilità del sistema degli incentivi.

Tax credit investimenti in beni strumentali nuovi: arrivano i chiarimenti delle Entrate

26/05/2022 - Alla circolare 17 maggio 2022, n. 14/E dell’Agenzia delle Entrate va riconosciuto il meritevole e atteso intento di fornire alcune delucidazioni e commenti alla disciplina del credito d’imposta - prorogato e rimodulato dalla legge di Bilancio 2022 - per investimenti in beni strumentali nuovi materiali e immateriali funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese, secondo il modello “Industria 4.0”. Quali sono le principali indicazioni rese con il documento di prassi? Alla circolare 17 maggio 2022, n. 14/E dell’Agenzia delle Entrate va riconosciuto il meritevole e atteso intento di fornire alcune delucidazioni e commenti alla disciplina del credito d’imposta - prorogato e rimodulato dalla legge di Bilancio 2022 - per investimenti in beni strumentali nuovi materiali e immateriali funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese, secondo il modello “Industria 4.0”. Quali sono le principali indicazioni rese con il documento di prassi?

Le sostenibilità possibili in piccole e medie imprese e grandi aziende: quanto è importante la giusta consulenza?

26/05/2022 - Sostenibilità e innovazione vanno di pari passo in un’azienda: sono le chiavi per creare il valore non solo di grandi aziende, ma anche di piccole e medie imprese; poter accedere a soluzioni innovative che migliorano la sostenibilità significa anche generare entrate per un’impresa. Scegliere la consulenza di una ESCO (Energy Service Company) come Archita Engineering garantisce un approccio sistemico per integrare l’innovazione a tutti i livelli in un’organizzazione. Sostenibilità e innovazione vanno di pari passo in un’azienda: sono le chiavi per creare il valore non solo di grandi aziende, ma anche di piccole e medie imprese; poter accedere a soluzioni innovative che migliorano la sostenibilità significa anche generare entrate per un’impresa. Scegliere la consulenza di una ESCO (Energy Service Company) come Archita Engineering garantisce un approccio sistemico per integrare l’innovazione a tutti i livelli in un’organizzazione.

Registro titolari effettivi: comunicazione, accesso e consultazione di dati e informazioni

25/05/2022 - Nella Gazzetta Ufficiale n. 121 del 25 maggio 2022, è stato pubblicato il D.M. 11 marzo 2022, n. 55 con cui il Ministero dell’Economia e delle finanze detta disposizioni in materia di comunicazione, accesso e consultazione dei dati e delle informazioni relativi alla titolarità effettiva di imprese dotate di personalità giuridica, di persone giuridiche private, di trust produttivi di effetti giuridici rilevanti ai fini fiscali e di istituti giuridici affini al trust. Con successivo decreto MiSE-MEF saranno individuati, modificati e aggiornati le voci e gli importi dei diritti di segreteria della Camera di commercio per gli adempimenti inerenti l'istituzione della sezione autonoma e della sezione speciale del registro delle imprese e l'accesso alle stesse. Nella Gazzetta Ufficiale n. 121 del 25 maggio 2022, è stato pubblicato il D.M. 11 marzo 2022, n. 55 con cui il Ministero dell’Economia e delle finanze detta disposizioni in materia di comunicazione, accesso e consultazione dei dati e delle informazioni relativi alla titolarità effettiva di imprese dotate di personalità giuridica, di persone giuridiche private, di trust produttivi di effetti giuridici rilevanti ai fini fiscali e di istituti giuridici affini al trust. Con successivo decreto MiSE-MEF saranno individuati, modificati e aggiornati le voci e gli importi dei diritti di segreteria della Camera di commercio per gli adempimenti inerenti l'istituzione della sezione autonoma e della sezione speciale del registro delle imprese e l'accesso alle stesse.

ETS: le novità su costituzione, organi sociali, bilancio e registro unico

24/05/2022 - L’accademia Romana di Ragioneria ha pubblicato la Nota Operativa n. 7/2022 avente ad oggetto “Gli enti del Terzo settore: costituzione, organi sociali, il bilancio, le scritture contabili e il Registro Unico del Terzo Settore” allo scopo di mettere in evidenza le principali novità riguardanti la normativa degli enti del Terzo settore, la quale, nel corso del tempo, è stata oggetto di modifiche e interpretazione da parte dei soggetti interessati. Il RUNTS è una piattaforma telematica e pubblica che contiene i dati e i bilanci di tutte le organizzazioni del privato sociale interessate a fruire dei regimi fiscali agevolati e a partecipare alla ripartizione del cinque per mille dell’IRPEF destinato al cosiddetto “volontariato”. L’accademia Romana di Ragioneria ha pubblicato la Nota Operativa n. 7/2022 avente ad oggetto “Gli enti del Terzo settore: costituzione, organi sociali, il bilancio, le scritture contabili e il Registro Unico del Terzo Settore” allo scopo di mettere in evidenza le principali novità riguardanti la normativa degli enti del Terzo settore, la quale, nel corso del tempo, è stata oggetto di modifiche e interpretazione da parte dei soggetti interessati. Il RUNTS è una piattaforma telematica e pubblica che contiene i dati e i bilanci di tutte le organizzazioni del privato sociale interessate a fruire dei regimi fiscali agevolati e a partecipare alla ripartizione del cinque per mille dell’IRPEF destinato al cosiddetto “volontariato”.

Quotidiano Giuridico

Come proporre al meglio il contratto per la vendita online?

27/05/2022 - Proporre nel miglior modo possibile un contratto per la vendita online è fondamentale per la riuscita del rapporto venditore-acquirente prima, durante e dopo la...

Società in house: siglato il Protocollo d'intesa tra ANAC e CNN

27/05/2022 - È dello scorso 2 maggio il Protocollo d’Intesa in materia di IN HOUSE, sottoscritto dall’Autorità Nazionale Anticorruzione e dal Consiglio Nazionale del...

Gli obblighi disciplinari nel pubblico impiego privatizzato

27/05/2022 - Esiste un trittico di fonti da cui lo studio sul procedimento disciplinare non può prescindere, rappresentando esso principale sorgente degli obblighi del...

Visione libri on-line

Visualizza tutti i volumi online

Speciali

Pace fiscale

Fonte: ipsoa.it

Reddito di cittadinanza

Fonte: ipsoa.it

Quota 100 e pensioni 2019

Fonte: ipsoa.it

Fattura elettronica

Fonte: ipsoa.it

Tariffe Inail 2019

Fonte: ipsoa.it

Auto: ecotassa e bonus 2019

Fonte: ipsoa.it

Fondo Garanzia PMI

Fonte: ipsoa.it

Video

One FISCALE: la soluzione che hai sempre desiderato

One FISCALE: la soluzione che hai sempre desiderato

Guarda i video
SSL Ambiente Condiviso: Vista Consulente - RSPP

SSL Ambiente Condiviso: Vista Consulente - RSPP

Guarda i video