IPSOA Quotidiano

Country-by-Country Reporting: cosa prevede il decreto attuativo

19/06/2024 - Il Consiglio dei Ministri del 10 giugno 2024 ha approvato uno schema di decreto legislativo che introduce specifici obblighi di informativa pubblica delle imposte sul reddito per le imprese multinazionali. Il decreto attua la direttiva UE n. 2021/2101, conosciuta come direttiva CbCR (Country-by-Country Reporting), con l’obiettivo di aumentare la trasparenza delle imprese multinazionali e migliorare il controllo pubblico sulle loro strategie fiscali, a beneficio del pubblico e di tutti gli stakeholders. Il Consiglio dei Ministri del 10 giugno 2024 ha approvato uno schema di decreto legislativo che introduce specifici obblighi di informativa pubblica delle imposte sul reddito per le imprese multinazionali. Il decreto attua la direttiva UE n. 2021/2101, conosciuta come direttiva CbCR (Country-by-Country Reporting), con l’obiettivo di aumentare la trasparenza delle imprese multinazionali e migliorare il controllo pubblico sulle loro strategie fiscali, a beneficio del pubblico e di tutti gli stakeholders.

Bonus prima casa under 36 nel 2024: le istruzioni su proroga e presupposti

19/06/2024 - Con la circolare n. 14/E del 18 giugno 2024, l’Agenzia delle Entrate ha fornito le istruzioni operative per l’applicazione della proroga del bonus prima casa under 36, prevista dalla legge di conversione del decreto Milleproroghe. In particolare, il documento di prassi chiarisce che laddove il contribuente, alla data di stipula del rogito, non fosse munito di certificazione ISEE in corso di validità, lo stesso possa dimostrare il rispetto dei requisiti qualora, anche successivamente a tale data, sia in possesso di una certificazione ISEE in corso di validità nell’anno 2024 riferita allo stesso nucleo familiare in essere alla data di stipula dell’atto. Quali sono le condizioni richieste per l’accesso ai benefici? Come si utilizza il credito d’imposta? Con la circolare n. 14/E del 18 giugno 2024, l’Agenzia delle Entrate ha fornito le istruzioni operative per l’applicazione della proroga del bonus prima casa under 36, prevista dalla legge di conversione del decreto Milleproroghe. In particolare, il documento di prassi chiarisce che laddove il contribuente, alla data di stipula del rogito, non fosse munito di certificazione ISEE in corso di validità, lo stesso possa dimostrare il rispetto dei requisiti qualora, anche successivamente a tale data, sia in possesso di una certificazione ISEE in corso di validità nell’anno 2024 riferita allo stesso nucleo familiare in essere alla data di stipula dell’atto. Quali sono le condizioni richieste per l’accesso ai benefici? Come si utilizza il credito d’imposta?

Compravendita con riserva di proprietà: tassazione agevolata anche per APS

18/06/2024 - Con la risposta a interpello n. 135 del 18 giugno 2024, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che l'APS può fruire dell'applicazione della tassazione agevolata prevista per gli atti traslativi a titolo oneroso della proprietà di beni immobili e per gli atti traslativi o costituitivi di diritti reali immobiliari di godimento a favore di tutti gli enti del Terzo settore incluse le imprese sociali, fermo restando che i beni siano direttamente utilizzati, entro cinque anni dalla data della stipula della compravendita ''con riserva di proprietà'', in diretta attuazione degli scopi istituzionali o dell'oggetto sociale e che l'ente renda, contestualmente alla stipula dell'atto, apposita dichiarazione in tal senso. Con la risposta a interpello n. 135 del 18 giugno 2024, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che l'APS può fruire dell'applicazione della tassazione agevolata prevista per gli atti traslativi a titolo oneroso della proprietà di beni immobili e per gli atti traslativi o costituitivi di diritti reali immobiliari di godimento a favore di tutti gli enti del Terzo settore incluse le imprese sociali, fermo restando che i beni siano direttamente utilizzati, entro cinque anni dalla data della stipula della compravendita ''con riserva di proprietà'', in diretta attuazione degli scopi istituzionali o dell'oggetto sociale e che l'ente renda, contestualmente alla stipula dell'atto, apposita dichiarazione in tal senso.

Consulenti del lavoro: piena condivisione di valori e prospettive

19/06/2024 - In data 19 giugno 2024 è stata approvata all’unanimità, nel corso dell’Assemblea dei dirigenti territoriali dell’Ordine, una mozione in cui si ribadisce l’impegno a tutelare i valori fondanti della Categoria e i giovani iscritti. In data 19 giugno 2024 è stata approvata all’unanimità, nel corso dell’Assemblea dei dirigenti territoriali dell’Ordine, una mozione in cui si ribadisce l’impegno a tutelare i valori fondanti della Categoria e i giovani iscritti.

Realtà virtuale: validità nei percorsi di apprendimento

19/06/2024 - Nell’interpello n. 3 del 2024, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, esprime il proprio parere per quanto riguarda il miglioramento degli standard di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro tramite il PNRR prevede la possibilità per l’INAIL di promuovere appositi protocolli di intesa con aziende e grandi gruppi industriali impegnati nella esecuzione dei singoli interventi previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza per l'attivazione. Si tratta, tra gli altri, di progetti di ricerca e sperimentazione di soluzioni tecnologiche in materia, tra l'altro, di robotica, esoscheletri, sensoristica per il monitoraggio degli ambienti di lavoro, materiali innovativi per l'abbigliamento lavorativo, dispositivi di visione immersiva e realtà aumentata, per il miglioramento degli standard di salute e sicurezza sul lavoro. Nell’interpello n. 3 del 2024, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, esprime il proprio parere per quanto riguarda il miglioramento degli standard di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro tramite il PNRR prevede la possibilità per l’INAIL di promuovere appositi protocolli di intesa con aziende e grandi gruppi industriali impegnati nella esecuzione dei singoli interventi previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza per l'attivazione. Si tratta, tra gli altri, di progetti di ricerca e sperimentazione di soluzioni tecnologiche in materia, tra l'altro, di robotica, esoscheletri, sensoristica per il monitoraggio degli ambienti di lavoro, materiali innovativi per l'abbigliamento lavorativo, dispositivi di visione immersiva e realtà aumentata, per il miglioramento degli standard di salute e sicurezza sul lavoro.

CCNL Giocattoli - Aziende industriali: le novità del rinnovo

19/06/2024 - Il 12 giugno 2024 Assogiocattoli con Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil hanno sottoscritto l'accordo di rinnovo del CCNL per i dipendenti dell’industria dei giocattoli. L’accordo introduce novità in tema di classificazione del personale, minimi tabellari, elemento di garanzia retributiva, orario di lavoro, malattia, maternità, diritto allo studio, permessi, aspettative, assistenza integrativa, apprendistato professionalizzante, lavoro a termine, lavoro a tempo parziale, lavoro agile, previdenza integrativa e assunzione. L’accordo non indica la decorrenza e scadenza. Il 12 giugno 2024 Assogiocattoli con Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil hanno sottoscritto l'accordo di rinnovo del CCNL per i dipendenti dell’industria dei giocattoli. L’accordo introduce novità in tema di classificazione del personale, minimi tabellari, elemento di garanzia retributiva, orario di lavoro, malattia, maternità, diritto allo studio, permessi, aspettative, assistenza integrativa, apprendistato professionalizzante, lavoro a termine, lavoro a tempo parziale, lavoro agile, previdenza integrativa e assunzione. L’accordo non indica la decorrenza e scadenza.

Società capogruppo: fac-simile della relazione del collegio sindacale in occasione dell'approvazione del bilancio 2023

11/06/2024 - “La relazione del collegio sindacale all’assemblea dei soci in occasione dell’approvazione del bilancio d’esercizio chiuso al 31 dicembre 2023 della Società capogruppo” è il titolo del documento pubblicato dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili con cui viene messo a disposizione un modello di relazione del Collegio sindacale non incaricato della revisione legale ex art. 2429, co. 2, c.c.. Il Consiglio intende così raggiungere il duplice obiettivo di supportare il lavoro dei commercialisti che assumono gli incarichi di vigilanza nei collegi sindacali delle società di capitali a capo di un gruppo di imprese, come definito nella normativa vigente, e di diffondere la cultura della rilevanza del controllo esercitato da un organo terzo e indipendente qual è il Collegio sindacale. “La relazione del collegio sindacale all’assemblea dei soci in occasione dell’approvazione del bilancio d’esercizio chiuso al 31 dicembre 2023 della Società capogruppo” è il titolo del documento pubblicato dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili con cui viene messo a disposizione un modello di relazione del Collegio sindacale non incaricato della revisione legale ex art. 2429, co. 2, c.c.. Il Consiglio intende così raggiungere il duplice obiettivo di supportare il lavoro dei commercialisti che assumono gli incarichi di vigilanza nei collegi sindacali delle società di capitali a capo di un gruppo di imprese, come definito nella normativa vigente, e di diffondere la cultura della rilevanza del controllo esercitato da un organo terzo e indipendente qual è il Collegio sindacale.

Implementation Guidance ESRS: finalizzati i primi tre documenti di orientamento

03/06/2024 - L'EFRAG ha finalizzato i primi tre documenti di orientamento all'attuazione dell'ESRS che riflettono l'esito del feedback del pubblico: EFRAG IG 1: Valutazione di materialità; EFRAG IG 2: Catena del valore; EFRAG IG 3: dati ESRS dettagliati e nota esplicativa di accompagnamento. l'EFRAG mira a supportare le imprese e le altre parti interessate nell'attuazione dell'ESRS, aiutandole a concentrarsi sugli aspetti delle norme che sono più rilevanti per loro e illustrando gli obblighi di rendicontazione con un linguaggio pratico e domande frequenti. Questi documenti forniscono una guida essenziale per garantire che le organizzazioni implementino e rispettino efficacemente gli standard ESRS, promuovendo la trasparenza e la coerenza nel reporting di sostenibilità. L'EFRAG ha finalizzato i primi tre documenti di orientamento all'attuazione dell'ESRS che riflettono l'esito del feedback del pubblico: EFRAG IG 1: Valutazione di materialità; EFRAG IG 2: Catena del valore; EFRAG IG 3: dati ESRS dettagliati e nota esplicativa di accompagnamento. l'EFRAG mira a supportare le imprese e le altre parti interessate nell'attuazione dell'ESRS, aiutandole a concentrarsi sugli aspetti delle norme che sono più rilevanti per loro e illustrando gli obblighi di rendicontazione con un linguaggio pratico e domande frequenti. Questi documenti forniscono una guida essenziale per garantire che le organizzazioni implementino e rispettino efficacemente gli standard ESRS, promuovendo la trasparenza e la coerenza nel reporting di sostenibilità.

IFRS 9 Strumenti finanziari: pubblicate le modifiche dello IASB

03/06/2024 - L'International Accounting Standards Board (IASB) ha pubblicato le modifiche ai requisiti di classificazione e misurazione dell'IFRS 9 Strumenti finanziari che rispondono al feedback della revisione post-implementazione del principio contabile del 2022 e chiariscono i requisiti nelle aree in cui le parti interessate hanno sollevato preoccupazioni o dove sono emerse nuove questioni dopo l’emissione dell’IFRS 9. In particolare le modifiche riguardano: la classificazione delle attività finanziarie con caratteristiche ambientali, sociali e di governo societario (ESG) e simili e il Regolamento delle passività tramite sistemi di pagamento elettronici. Le modifiche sono efficaci per gli esercizi annuali che hanno inizio dal 1° gennaio 2026 o successivamente. L'International Accounting Standards Board (IASB) ha pubblicato le modifiche ai requisiti di classificazione e misurazione dell'IFRS 9 Strumenti finanziari che rispondono al feedback della revisione post-implementazione del principio contabile del 2022 e chiariscono i requisiti nelle aree in cui le parti interessate hanno sollevato preoccupazioni o dove sono emerse nuove questioni dopo l’emissione dell’IFRS 9. In particolare le modifiche riguardano: la classificazione delle attività finanziarie con caratteristiche ambientali, sociali e di governo societario (ESG) e simili e il Regolamento delle passività tramite sistemi di pagamento elettronici. Le modifiche sono efficaci per gli esercizi annuali che hanno inizio dal 1° gennaio 2026 o successivamente.

Net zero, Rinnovabili e Batterie: dal 27 giugno al via le domande

19/06/2024 - Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, con un comunicato stampa del 19 giugno 2024, ricorda che ha emesso il decreto che disciplina le modalità di accesso ai contratti di sviluppo “Net Zero, Rinnovabili e Batterie” per oltre 1,7 miliardi di euro derivanti dai fondi PNRR per agevolare la transizione energetica, su cui a marzo era arrivato il via libera dell’Unione Europea sulla base del quadro temporaneo di crisi e transizione per gli aiuti di Stato. Almeno il 40% delle risorse a disposizione dovrà essere destinato a progetti da realizzare nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Le imprese potranno presentare istanza allo Sportello Invitalia, soggetto gestore della misura per conto del Ministero, a partire dalle ore 12.00 del 27 giugno. Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, con un comunicato stampa del 19 giugno 2024, ricorda che ha emesso il decreto che disciplina le modalità di accesso ai contratti di sviluppo “Net Zero, Rinnovabili e Batterie” per oltre 1,7 miliardi di euro derivanti dai fondi PNRR per agevolare la transizione energetica, su cui a marzo era arrivato il via libera dell’Unione Europea sulla base del quadro temporaneo di crisi e transizione per gli aiuti di Stato. Almeno il 40% delle risorse a disposizione dovrà essere destinato a progetti da realizzare nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Le imprese potranno presentare istanza allo Sportello Invitalia, soggetto gestore della misura per conto del Ministero, a partire dalle ore 12.00 del 27 giugno.

Agenzie di Viaggio e Tour Operator: parziale riforma al decreto di ammissione al contributo

19/06/2024 - Il Ministero del Turismo informa che nella pagina Atti di Concessione è pubblicato il decreto 19 giugno 2024, di concessione in parziale riforma al decreto di ammissione al contributo del 30 ottobre 2023 prot. 27916/23, destinato a misure di sostegno per la continuità aziendale e la tutela dei lavoratori delle agenzie di viaggi e dei tour operator che abbiano subito una diminuzione media del fatturato e dei corrispettivi nell’anno 2021 di almeno il 30 per cento rispetto alla media del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2019. Il Ministero del Turismo informa che nella pagina Atti di Concessione è pubblicato il decreto 19 giugno 2024, di concessione in parziale riforma al decreto di ammissione al contributo del 30 ottobre 2023 prot. 27916/23, destinato a misure di sostegno per la continuità aziendale e la tutela dei lavoratori delle agenzie di viaggi e dei tour operator che abbiano subito una diminuzione media del fatturato e dei corrispettivi nell’anno 2021 di almeno il 30 per cento rispetto alla media del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2019.

Legname avulso: in arrivo finanziamenti per le attività di raccolta

19/06/2024 - Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste ha approvato e pubblicato Il decreto n. 273723 del 19 giugno 2024, recante il Bando di Selezione di progetti relativi alla attività di raccolta, da parte di imprenditori agricoli, di legname avulso e depositato naturalmente nell'alveo dei fiumi, dei torrenti, sulle sponde di laghi e fiumi e sulla battigia del mare. La domanda di finanziamento, sottoscritta digitalmente dal Soggetto proponente o dal rappresentante legale, deve essere inviata con la relativa documentazione richiesta entro e non oltre il termine di 30 giorni decorrenti dalla data di pubblicazione del Bando, esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata, al Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste. Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste ha approvato e pubblicato Il decreto n. 273723 del 19 giugno 2024, recante il Bando di Selezione di progetti relativi alla attività di raccolta, da parte di imprenditori agricoli, di legname avulso e depositato naturalmente nell'alveo dei fiumi, dei torrenti, sulle sponde di laghi e fiumi e sulla battigia del mare. La domanda di finanziamento, sottoscritta digitalmente dal Soggetto proponente o dal rappresentante legale, deve essere inviata con la relativa documentazione richiesta entro e non oltre il termine di 30 giorni decorrenti dalla data di pubblicazione del Bando, esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata, al Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste.

Amministratore giudiziario, coadiutore dell'ANBSC: le linee guida in materia di compenso

18/06/2024 - “Linee guida in materia di compenso dell’amministratore giudiziario e del coadiutore dell’ANBSC” è il titolo del documento pubblicato da Consiglio e Fondazione nazionali dei commercialisti che si pone l’obiettivo di supportare il professionista amministratore/custode giudiziario-coadiutore dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata (ANBSC) nella determinazione del compenso spettante, offrendo un pratico vademecum caratterizzato, tra l’altro, da continui rinvii alla normativa e alla prassi. Il lavoro contiene un’accurata descrizione dei criteri per la determinazione del compenso e si occupa anche del criterio della prevalenza della gestione più onerosa, del rimborso delle spese generali e dei costi dei coadiutori, del compenso per l’attività su incarico della società e della disciplina degli acconti. “Linee guida in materia di compenso dell’amministratore giudiziario e del coadiutore dell’ANBSC” è il titolo del documento pubblicato da Consiglio e Fondazione nazionali dei commercialisti che si pone l’obiettivo di supportare il professionista amministratore/custode giudiziario-coadiutore dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata (ANBSC) nella determinazione del compenso spettante, offrendo un pratico vademecum caratterizzato, tra l’altro, da continui rinvii alla normativa e alla prassi. Il lavoro contiene un’accurata descrizione dei criteri per la determinazione del compenso e si occupa anche del criterio della prevalenza della gestione più onerosa, del rimborso delle spese generali e dei costi dei coadiutori, del compenso per l’attività su incarico della società e della disciplina degli acconti.

Legame di controllo e dipendenza economica: l'identificazione dei gruppi di clienti connessi sotto il profilo del rischio

18/06/2024 - Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, Serie L del 18 giugno 2024, il Regolamento delegato (UE) 2024/1728 della Commissione del 6 dicembre 2023 che disciplina le norme tecniche di regolamentazione che specificano in quali circostanze sono soddisfatte le condizioni per l’identificazione dei gruppi di clienti connessi. In particolare il decreto mira ad individuare «gruppi di clienti connessi» ai fini dell’identificazione di persone fisiche o giuridiche così strettamente legate da fattori di rischio idiosincratici che risulta prudente trattarle come un insieme unitario sotto il profilo del rischio. Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, Serie L del 18 giugno 2024, il Regolamento delegato (UE) 2024/1728 della Commissione del 6 dicembre 2023 che disciplina le norme tecniche di regolamentazione che specificano in quali circostanze sono soddisfatte le condizioni per l’identificazione dei gruppi di clienti connessi. In particolare il decreto mira ad individuare «gruppi di clienti connessi» ai fini dell’identificazione di persone fisiche o giuridiche così strettamente legate da fattori di rischio idiosincratici che risulta prudente trattarle come un insieme unitario sotto il profilo del rischio.

Cartolarizzazione: contenuto, metodologie e presentazione delle informazioni relative agli effetti negativi sui fattori di sostenibilità

18/06/2024 - Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 18 giugno 2024 Serie L, il Regolamento delegato (UE) 2024/1700 della Commissione del 5 marzo 2024 che riguarda le norme tecniche di regolamentazione che specificano, per le cartolarizzazioni tradizionali non ABCP semplici, trasparenti e standardizzate e per le cartolarizzazioni semplici, trasparenti e standardizzate nel bilancio, il contenuto, le metodologie e la presentazione delle informazioni relative ai principali effetti negativi delle attività finanziate dalle esposizioni sottostanti sui fattori di sostenibilità. Il presente regolamento è basato sui progetti di norme tecniche di regolamentazione presentati alla Commissione dall’Autorità bancaria europea, dall’Autorità europea delle assicurazioni e delle pensioni aziendali o professionali e dall’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati. Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 18 giugno 2024 Serie L, il Regolamento delegato (UE) 2024/1700 della Commissione del 5 marzo 2024 che riguarda le norme tecniche di regolamentazione che specificano, per le cartolarizzazioni tradizionali non ABCP semplici, trasparenti e standardizzate e per le cartolarizzazioni semplici, trasparenti e standardizzate nel bilancio, il contenuto, le metodologie e la presentazione delle informazioni relative ai principali effetti negativi delle attività finanziate dalle esposizioni sottostanti sui fattori di sostenibilità. Il presente regolamento è basato sui progetti di norme tecniche di regolamentazione presentati alla Commissione dall’Autorità bancaria europea, dall’Autorità europea delle assicurazioni e delle pensioni aziendali o professionali e dall’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati.

Quotidiano Giuridico

Ambiente lavorativo stressogeno, straining e tutela della salute

19/06/2024 -

La Corte di cassazione con la sentenza 7 giugno 2024, n. 15957 conferma che l’ambiente lavorativo stressogeno è di per sé un fatto ingiusto e deve portare al riesame di tutte le condotte denunciate dal lavoratore come vessatorie, a prescindere dall’intento persecutorio, richiesto solo per il mobbing, ed anche se le condotte sono apparentemente lecite o episodiche.

Modifica della qualificazione giuridica dei fatti e correlazione tra accusa e sentenza

19/06/2024 -

Per la Cassazione penale, Sez, II, 4 giugno 2024, n. 22484 non sussiste alcuna violazione del principio di correlazione tra accusa e sentenza (né del diritto di difesa) nel caso in cui il GIP, dopo aver ammesso il rito abbreviato, modifichi autonomamente la qualificazione giuridica dei fatti. In particolare, nel caso di specie, all’imputato era contestato il delitto di maltrattamenti in famiglia e di tentata estorsione aggravata e, per la prima imputazione, veniva condannato per il delitto di atti persecutori. Secondo la Cassazione, in questo caso non sussiste alcuna violazione dell’art. 521 c.p.p. - né del diritto alla difesa ex art. 111 Cost. e 6CEDU- che è configurabile solo laddove si assista ad una trasformazione radicale, nei suoi elementi essenziali, della fattispecie concreta nella quale si riassume la ipotesi astratta prevista dalla legge, sì da pervenire ad un'incertezza sull'oggetto dell'imputazione da cui scaturisca un reale pregiudizio dei diritti della difesa.

Avvocati penalisti: sciopero il 10, 11 e 12 luglio 2024

19/06/2024 - L'Unione delle Camere Penali Italiane invita all’astensione dalle udienze e da ogni attività giudiziaria nel settore penale ponendo l’attenzione sull'emergenza dei sucidi in carcere

Visione libri on-line

Visualizza tutti i volumi online

Acquista insieme e risparmia

Visualizza tutti i bundles

Novità e anteprime

Speciali

Pace fiscale

Fonte: ipsoa.it

Reddito di cittadinanza

Fonte: ipsoa.it

Quota 100 e pensioni 2019

Fonte: ipsoa.it

Fattura elettronica

Fonte: ipsoa.it

Tariffe Inail 2019

Fonte: ipsoa.it

Auto: ecotassa e bonus 2019

Fonte: ipsoa.it

Fondo Garanzia PMI

Fonte: ipsoa.it

Video

One FISCALE: la soluzione che hai sempre desiderato

One FISCALE: la soluzione che hai sempre desiderato

Guarda i video
SSL Ambiente Condiviso: Vista Consulente - RSPP

SSL Ambiente Condiviso: Vista Consulente - RSPP

Guarda i video