IPSOA Quotidiano

Tetto al contante a 5.000 euro ed esonero dal POS per pagamenti fino a 30 euro

26/11/2022 - Con due interventi strettamente collegati, la legge di Bilancio 2023 prevede l’innalzamento del tetto al contante, portando la soglia, a partire dal 1° gennaio 2023, da 1.000 a 5.000 euro, e l’esonero dall’obbligo di accettare pagamenti tramite POS per gli acquisti inferiori a 30 euro. La prima disposizione appare in linea con la legislazione unionale, mentre la norma sul POS potrebbe andare in controtendenza con gli obiettivi del PNRR, soprattutto se dovesse essere prevista la sospensione dei procedimenti per l’adozione delle sanzioni. Con due interventi strettamente collegati, la legge di Bilancio 2023 prevede l’innalzamento del tetto al contante, portando la soglia, a partire dal 1° gennaio 2023, da 1.000 a 5.000 euro, e l’esonero dall’obbligo di accettare pagamenti tramite POS per gli acquisti inferiori a 30 euro. La prima disposizione appare in linea con la legislazione unionale, mentre la norma sul POS potrebbe andare in controtendenza con gli obiettivi del PNRR, soprattutto se dovesse essere prevista la sospensione dei procedimenti per l’adozione delle sanzioni.

Saldo IMU 2022: come calcolare l'importo da versare

26/11/2022 - Entro il 16 dicembre 2022 deve essere effettuato il versamento della seconda rata a saldo dell'IMU dovuta per l'anno 2022. Il calcolo dell’importo da versare a saldo, nel caso in cui non siano intervenuti cambiamenti, è una mera ripetizione del versamento effettuato in sede di acconto (scadenza 16 giugno). Nel caso in cui, invece, si siano verificate modifiche relative alle quote e al periodo di possesso, all'aliquota applicabile ovvero alla finalità cui è adibita l'unità immobiliare, è necessario procedere a specifici calcoli. Entro il 16 dicembre 2022 deve essere effettuato il versamento della seconda rata a saldo dell'IMU dovuta per l'anno 2022. Il calcolo dell’importo da versare a saldo, nel caso in cui non siano intervenuti cambiamenti, è una mera ripetizione del versamento effettuato in sede di acconto (scadenza 16 giugno). Nel caso in cui, invece, si siano verificate modifiche relative alle quote e al periodo di possesso, all'aliquota applicabile ovvero alla finalità cui è adibita l'unità immobiliare, è necessario procedere a specifici calcoli.

Responsabilità 231 con prospettive contradditorie. Si può (sempre) rimediare

26/11/2022 - Se dovessimo attribuire rilievo alle sole scelte legislative entrate in vigore negli ultimi tempi, i segnali deducibili sarebbero inequivoci e diretti a mostrare intransigenza nel contrasto alla responsabilità amministrativa “da reato” degli enti. Con un messaggio chiaro: l’apparato per accertare e reprimere le violazioni tributarie commesse da persone fisiche e giuridiche è e rimane oggetto di interventi integrativi per migliorarne l’efficacia. L’impressione di un immutato rigore è confermata dalla giurisprudenza più recente in materia di sistema 231. Ma il contesto normativo e giurisprudenziale descritto potrebbe conoscere qualche incrinatura. Dovuta alla riforma Cartabia attualmente nel limbo di una vacatio legis destinata ad aver termine con il prossimo dicembre. C’è ancora tempo! Se dovessimo attribuire rilievo alle sole scelte legislative entrate in vigore negli ultimi tempi, i segnali deducibili sarebbero inequivoci e diretti a mostrare intransigenza nel contrasto alla responsabilità amministrativa “da reato” degli enti. Con un messaggio chiaro: l’apparato per accertare e reprimere le violazioni tributarie commesse da persone fisiche e giuridiche è e rimane oggetto di interventi integrativi per migliorarne l’efficacia. L’impressione di un immutato rigore è confermata dalla giurisprudenza più recente in materia di sistema 231. Ma il contesto normativo e giurisprudenziale descritto potrebbe conoscere qualche incrinatura. Dovuta alla riforma Cartabia attualmente nel limbo di una vacatio legis destinata ad aver termine con il prossimo dicembre. C’è ancora tempo!

Congedo parentale: pronta la procedura di domanda

25/11/2022 - Nel messaggio n. 4265 del 2022, l’INPS rende nota l’avvenuta implementazione della procedura di presentazione telematica della domanda di congedo parentale dei padri lavoratori. La medesima modalità può essere utilizzata anche anche in riferimento a periodi di astensione precedenti la data di presentazione della domanda stessa, purché relativi a periodi di astensione fruiti tra il 13 agosto e il 25 novembre 2022 Nel messaggio n. 4265 del 2022, l’INPS rende nota l’avvenuta implementazione della procedura di presentazione telematica della domanda di congedo parentale dei padri lavoratori. La medesima modalità può essere utilizzata anche anche in riferimento a periodi di astensione precedenti la data di presentazione della domanda stessa, purché relativi a periodi di astensione fruiti tra il 13 agosto e il 25 novembre 2022

Sgravio dipdenenti: ricalcolo DM e annullamento note di rettifica

25/11/2022 - Nel messaggio n. 4270 del 2022, l’INPS fa riferimento all’esonero di 0,8 punti percentuali sulla quota dei contributi previdenziali per l'invalidità, la vecchiaia e i superstiti a carico del lavoratore per specificare che è in corso il ricalcolo dei DM e la rielaborazione automatica delle rettifiche, al fine di evitare richieste di interventi da parte dei datori di lavoro e/o loro intermediari Nel messaggio n. 4270 del 2022, l’INPS fa riferimento all’esonero di 0,8 punti percentuali sulla quota dei contributi previdenziali per l'invalidità, la vecchiaia e i superstiti a carico del lavoratore per specificare che è in corso il ricalcolo dei DM e la rielaborazione automatica delle rettifiche, al fine di evitare richieste di interventi da parte dei datori di lavoro e/o loro intermediari

Sgravi contributivi per nuove assunzioni: in arrivo la proroga per il 2023

24/11/2022 - <span>Prorogati gli sgravi contributivi finalizzati a favorire le assunzioni di donne, giovani under 36 e percettori di reddito di cittadinanza. Assunzioni incentivate confermate dunque anche per il nuovo anno con alcune novità operative di cui i datori di lavoro dovranno tenere conto. E’ quanto previsto dalla bozza di legge di Bilancio per il 2023, approvata dal Consiglio dei Ministri il 21 novembre e inviata a Bruxelles per essere sottoposta all'esame della Commissione UE. Quali sono i requisiti e le condizioni per la fruizione del beneficio?</span> Prorogati gli sgravi contributivi finalizzati a favorire le assunzioni di donne, giovani under 36 e percettori di reddito di cittadinanza. Assunzioni incentivate confermate dunque anche per il nuovo anno con alcune novità operative di cui i datori di lavoro dovranno tenere conto. E’ quanto previsto dalla bozza di legge di Bilancio per il 2023, approvata dal Consiglio dei Ministri il 21 novembre e inviata a Bruxelles per essere sottoposta all'esame della Commissione UE. Quali sono i requisiti e le condizioni per la fruizione del beneficio?

Bilancio ETS: utili chiarimenti dal Ministero del Lavoro

25/11/2022 - Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili comunica che in data 15 novembre 2022, il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha pubblicato la nota n. 17146 avente ad oggetto “Quesiti in materia di redazione e deposito bilanci da parte degli Enti del Terzo settore”. Visto l’ampio coinvolgimento dei colleghi, il consiglio invita i propri iscritti a visionare il documento e l’ulteriore documentazione di interesse presente nella Sezione della “Normativa” del Terzo settore del sito del Ministero del lavoro. Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili comunica che in data 15 novembre 2022, il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha pubblicato la nota n. 17146 avente ad oggetto “Quesiti in materia di redazione e deposito bilanci da parte degli Enti del Terzo settore”. Visto l’ampio coinvolgimento dei colleghi, il consiglio invita i propri iscritti a visionare il documento e l’ulteriore documentazione di interesse presente nella Sezione della “Normativa” del Terzo settore del sito del Ministero del lavoro.

Revisori legali: disponibile un corso E-learning sui nuovi principi di revisione ISA Italia

24/11/2022 - Il Consiglio Nazionale dei Commercialisti e degli Esperti Contabili rende disponibile gratuitamente ai propri iscritti, un corso E-learning in materia di revisione legale dei conti utile ai fini dell’assolvimento dell’obbligo formativo. Il corso Revisione legale dei conti 2022 è incentrato sui nuovi principi di revisione ISA Italia che sono entrati in vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi all’esercizio 2022, nonché su altre novità e prospettive inerenti alla revisione legale. Il Consiglio Nazionale dei Commercialisti e degli Esperti Contabili rende disponibile gratuitamente ai propri iscritti, un corso E-learning in materia di revisione legale dei conti utile ai fini dell’assolvimento dell’obbligo formativo. Il corso Revisione legale dei conti 2022 è incentrato sui nuovi principi di revisione ISA Italia che sono entrati in vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi all’esercizio 2022, nonché su altre novità e prospettive inerenti alla revisione legale.

Questionario Enti locali: in Gu le linee guida della Corte dei Conti

24/11/2022 - Sono state pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale n. 274 del 23 novembre 2022 due delibere della Corte dei Conti, emanate entrambe il 4 novembre 2022, recanti le linee guida e relativo questionario per le relazioni annuali: del sindaco dei comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti, del sindaco delle città metropolitane e del presidente delle province sul funzionamento del sistema integrato dei controlli interni nell'anno 2021; dei presidenti delle regioni e delle province autonome sul sistema dei controlli interni e sui controlli effettuati nell'anno 2021. Sono state pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale n. 274 del 23 novembre 2022 due delibere della Corte dei Conti, emanate entrambe il 4 novembre 2022, recanti le linee guida e relativo questionario per le relazioni annuali: del sindaco dei comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti, del sindaco delle città metropolitane e del presidente delle province sul funzionamento del sistema integrato dei controlli interni nell'anno 2021; dei presidenti delle regioni e delle province autonome sul sistema dei controlli interni e sui controlli effettuati nell'anno 2021.

Automotive: dal 29 novembre nuove domande per i Contratti di sviluppo e gli Accordi di innovazione

25/11/2022 - Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ricorda che dal 29 novembre riaprono gli sportelli per gli incentivi al settore automotive e le imprese della filiera potranno richiedere le agevolazioni a valere sui Contratti di sviluppo e sugli Accordi per l'innovazione. Sono oltre 320 milioni di euro le risorse a disposizione per sostenere i Contratti di sviluppo, che promuoveranno programmi di investimento di grandi dimensioni e di particolare rilevanza strategica e innovativa. abstract Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ricorda che dal 29 novembre riaprono gli sportelli per gli incentivi al settore automotive e le imprese della filiera potranno richiedere le agevolazioni a valere sui Contratti di sviluppo e sugli Accordi per l'innovazione. Sono oltre 320 milioni di euro le risorse a disposizione per sostenere i Contratti di sviluppo, che promuoveranno programmi di investimento di grandi dimensioni e di particolare rilevanza strategica e innovativa. abstract

CETP 2022: in arrivo 16 milioni di euro

25/11/2022 - Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha destinato 16 milioni di euro al cofinanziamento delle imprese italiane selezionate nel bando transnazionale congiunto CETP 2022. I progetti ammissibili alle agevolazioni devono prevedere la realizzazione di attività di ricerca industriale e di prevalente sviluppo sperimentale e, alla presentazione della proposta progettuale, i candidati devono scegliere uno specifico modulo tematico tra quelli indicati nel decreto n. 172022 del 24 novembre 2022 del Ministero. I termini e le modalità per la presentazione delle domande di agevolazione saranno definiti dal Ministero con successivo provvedimento direttoriale. Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha destinato 16 milioni di euro al cofinanziamento delle imprese italiane selezionate nel bando transnazionale congiunto CETP 2022. I progetti ammissibili alle agevolazioni devono prevedere la realizzazione di attività di ricerca industriale e di prevalente sviluppo sperimentale e, alla presentazione della proposta progettuale, i candidati devono scegliere uno specifico modulo tematico tra quelli indicati nel decreto n. 172022 del 24 novembre 2022 del Ministero. I termini e le modalità per la presentazione delle domande di agevolazione saranno definiti dal Ministero con successivo provvedimento direttoriale.

Contratti di sviluppo “Rinnovabili e batterie”: quando e come presentare domanda

25/11/2022 - Riapre lo sportello dei contratti di sviluppo PNRR “Rinnovabili e batterie”. Le domande possono essere presentate dal 28 novembre 2022 al 28 febbraio 2023, esclusivamente online, attraverso la piattaforma informatica di Invitalia. Le risorse disponibili per il nuovo sportello ammontano a complessivamente a oltre 358 milioni di euro. Le domande di agevolazioni devono avere ad oggetto la realizzazione di programmi di sviluppo concernenti settori produttivi connessi alle tecnologie per la generazione di energia da fonti rinnovabili, con particolare riferimento a moduli fotovoltaici innovativi e aerogeneratori di nuova generazione e taglia medio-grande, e per l’accumulo elettrochimico. Riapre lo sportello dei contratti di sviluppo PNRR “Rinnovabili e batterie”. Le domande possono essere presentate dal 28 novembre 2022 al 28 febbraio 2023, esclusivamente online, attraverso la piattaforma informatica di Invitalia. Le risorse disponibili per il nuovo sportello ammontano a complessivamente a oltre 358 milioni di euro. Le domande di agevolazioni devono avere ad oggetto la realizzazione di programmi di sviluppo concernenti settori produttivi connessi alle tecnologie per la generazione di energia da fonti rinnovabili, con particolare riferimento a moduli fotovoltaici innovativi e aerogeneratori di nuova generazione e taglia medio-grande, e per l’accumulo elettrochimico.

Pubblicato il DPB 2023 inviato alla Commissione Europea

25/11/2022 - Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato il Documento programmatico di bilancio per il 2023 (DPB), inviato alla Commissione europea e al Parlamento italiano. In particolare, nell’ambito degli interventi per il caro energia sono state considerate le misure temporanee mirate al contenimento dei costi energetici per famiglie e imprese, ma anche quelle volte alla salvaguardia del potere di acquisto dei redditi più bassi per fronteggiare l’aumento dei costi energetici e il generale aumento dell’inflazione. L’azione di riforma del Governo è rimasta incentrata sull’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato il Documento programmatico di bilancio per il 2023 (DPB), inviato alla Commissione europea e al Parlamento italiano. In particolare, nell’ambito degli interventi per il caro energia sono state considerate le misure temporanee mirate al contenimento dei costi energetici per famiglie e imprese, ma anche quelle volte alla salvaguardia del potere di acquisto dei redditi più bassi per fronteggiare l’aumento dei costi energetici e il generale aumento dell’inflazione. L’azione di riforma del Governo è rimasta incentrata sull’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Tasso di attualizzazione e rivalutazione: dal 1° dicembre 2022 al 3,04%

24/11/2022 - Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha aggiornato al 3,04% a partire dal 1° dicembre 2022, il tasso da applicare per le operazioni di attualizzazione e rivalutazione ai fini della concessione ed erogazione delle agevolazioni in favore delle imprese. Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha aggiornato al 3,04% a partire dal 1° dicembre 2022, il tasso da applicare per le operazioni di attualizzazione e rivalutazione ai fini della concessione ed erogazione delle agevolazioni in favore delle imprese.

Sistema di interconnessione: definite le modalità di partecipazione del registro delle imprese italiano

24/11/2022 - Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 274 del 23 novembre 2022, il decreto 12 ottobre 2022 del Ministero dello Sviluppo Economico che definisce le modalità di partecipazione del registro delle imprese italiano al sistema europeo di interconnessione dei registri di cui all'articolo 22 della direttiva (UE) 2017/1132. Lo scambio di informazioni, la trasmissione, la pubblicazione e la messa a disposizione dei dati per mezzo del sistema di interconnessione dei registri avviene in conformità alle procedure e alle regole tecniche di cui all'allegato al regolamento di esecuzione (UE) 2021/1042 della Commissione. Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 274 del 23 novembre 2022, il decreto 12 ottobre 2022 del Ministero dello Sviluppo Economico che definisce le modalità di partecipazione del registro delle imprese italiano al sistema europeo di interconnessione dei registri di cui all'articolo 22 della direttiva (UE) 2017/1132. Lo scambio di informazioni, la trasmissione, la pubblicazione e la messa a disposizione dei dati per mezzo del sistema di interconnessione dei registri avviene in conformità alle procedure e alle regole tecniche di cui all'allegato al regolamento di esecuzione (UE) 2021/1042 della Commissione.

Quotidiano Giuridico

Codice della crisi e direttiva Insolvency

28/11/2022 - Il 12 gennaio 2019 è stato emanato, il D.Lgs. 14/2019, ossia il “Codice della crisi di impresa e...

I fotogrammi di Google Earth come prove documentali: interviene la Cassazione

28/11/2022 - La sentenza del 17 ottobre 2022 n. 39087/2022 (testo in calce) della Corte di Cassazione chiarisce nuovamente la rilevanza probatoria delle immagini...

Revoca della patente: valida anche se contenuta in un provvedimento autonomo

28/11/2022 -

E' da ritenersi valida la revoca della patente disposta a parte rispetto alla sanzione principale. E' quanto emerge dall'ordinanza della Sesta Sezione Civile...

Speciali

Pace fiscale

Fonte: ipsoa.it

Reddito di cittadinanza

Fonte: ipsoa.it

Quota 100 e pensioni 2019

Fonte: ipsoa.it

Fattura elettronica

Fonte: ipsoa.it

Tariffe Inail 2019

Fonte: ipsoa.it

Auto: ecotassa e bonus 2019

Fonte: ipsoa.it

Fondo Garanzia PMI

Fonte: ipsoa.it

Video

One FISCALE: la soluzione che hai sempre desiderato

One FISCALE: la soluzione che hai sempre desiderato

Guarda i video
SSL Ambiente Condiviso: Vista Consulente - RSPP

SSL Ambiente Condiviso: Vista Consulente - RSPP

Guarda i video