IPSOA Quotidiano

e-fattura ai forfetari dal 1° luglio: un passo in avanti verso l'obbligo generalizzato

29/06/2022 - Anche per i forfetari sta per scattare la e-fattura obbligatoria: dal 1° luglio 2022, infatti, la fatturazione elettronica diventa obbligatoria per i soggetti che applicano il regime forfettario, fatta salva l’ipotesi del mancato superamento delle soglie previste dal decreto PNRR 2. L’obbligo - che riguarda anche ulteriori categorie di soggetti - costituisce un importante momento di passaggio verso quello che può definirsi un “ultimo regime transitorio”, prodromico al raggiungimento dell’obiettivo dell’estensione generalizzata del regime di fatturazione elettronica obbligatoria a tutti i soggetti passivi stabiliti o residenti nel territorio dello Stato italiano. Anche per i forfetari sta per scattare la e-fattura obbligatoria: dal 1° luglio 2022, infatti, la fatturazione elettronica diventa obbligatoria per i soggetti che applicano il regime forfettario, fatta salva l’ipotesi del mancato superamento delle soglie previste dal decreto PNRR 2. L’obbligo - che riguarda anche ulteriori categorie di soggetti - costituisce un importante momento di passaggio verso quello che può definirsi un “ultimo regime transitorio”, prodromico al raggiungimento dell’obiettivo dell’estensione generalizzata del regime di fatturazione elettronica obbligatoria a tutti i soggetti passivi stabiliti o residenti nel territorio dello Stato italiano.

Autotrasportatori e deduzione forfetaria 2022: come compilare la dichiarazione dei redditi

28/06/2022 - La deduzione forfetaria per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore va riportata nei quadri RF e RG dei modelli Redditi 2022 PF e SP, utilizzando nel rigo RF55 i codici 43 e 44 e nel rigo RG22 i codici 16 e 17, così come indicato nelle istruzioni del modello Redditi. Lo ha reso noto l’Agenzia delle Entrate con un comunicato stampa del 28 giugno 2022, con cui ha richiamato le misure delle deduzioni forfetarie a favore degli autotrasportatori per il periodo d’imposta 2021. La deduzione forfetaria per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore va riportata nei quadri RF e RG dei modelli Redditi 2022 PF e SP, utilizzando nel rigo RF55 i codici 43 e 44 e nel rigo RG22 i codici 16 e 17, così come indicato nelle istruzioni del modello Redditi. Lo ha reso noto l’Agenzia delle Entrate con un comunicato stampa del 28 giugno 2022, con cui ha richiamato le misure delle deduzioni forfetarie a favore degli autotrasportatori per il periodo d’imposta 2021.

Decadenza dalle agevolazioni prima casa in caso di riacquisto della sola nuda proprietà

28/06/2022 - Il riacquisto, entro un anno, della sola nuda proprietà di altro immobile non è idonea ad evitare la decadenza conseguente alla rivendita infraquinquennale dell'immobile acquistato con l'agevolazione "prima casa “. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 349 del 28 giugno 2022, con cui ha evidenziato che la ratio della disciplina in esame come delineata dalla giurisprudenza di legittimità è volta a favorire l'acquisto della casa di proprietà evitando che l'agevolazione possa assecondare intenti speculative. Il riacquisto, entro un anno, della sola nuda proprietà di altro immobile non è idonea ad evitare la decadenza conseguente alla rivendita infraquinquennale dell'immobile acquistato con l'agevolazione "prima casa “. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 349 del 28 giugno 2022, con cui ha evidenziato che la ratio della disciplina in esame come delineata dalla giurisprudenza di legittimità è volta a favorire l'acquisto della casa di proprietà evitando che l'agevolazione possa assecondare intenti speculative.

Quattordicesima ai pensionati in arrivo a luglio

28/06/2022 - Con il messaggio n. 2592 del 2022, l’INPS rende noto che, con le pensioni di competenza del mese di luglio 2022, sarà erogata ai pensionati in possesso dei relativi requisiti reddituali, la quattordicesima. Nel caso in cui il requisito anagrafico richiesto sia conseguito a partire da agosto, per la Gestione privata ed ENPALS, o dal luglio, per le pensioni della Gestione pubblica, al 31 dicembre 2022 e ai soggetti divenuti titolari di pensione nel corso del 2022, la quattordicesima sarà, come di consueto, attribuita d’ufficio con la rata di dicembre 2022. Con il messaggio n. 2592 del 2022, l’INPS rende noto che, con le pensioni di competenza del mese di luglio 2022, sarà erogata ai pensionati in possesso dei relativi requisiti reddituali, la quattordicesima. Nel caso in cui il requisito anagrafico richiesto sia conseguito a partire da agosto, per la Gestione privata ed ENPALS, o dal luglio, per le pensioni della Gestione pubblica, al 31 dicembre 2022 e ai soggetti divenuti titolari di pensione nel corso del 2022, la quattordicesima sarà, come di consueto, attribuita d’ufficio con la rata di dicembre 2022.

Equo compenso: serve approvazione immediata

28/06/2022 - E’ necessario approvare in fretta il Disegno di legge sull’equo compenso: per ProfessionItaliane e ConfProfessioni l’approvazione del provvedimento non può più attendere a garanzia dei diritti sostanziali di tutti I professionisti. E’ necessario approvare in fretta il Disegno di legge sull’equo compenso: per ProfessionItaliane e ConfProfessioni l’approvazione del provvedimento non può più attendere a garanzia dei diritti sostanziali di tutti I professionisti.

Filiere agricole: versamento della contribuzione eccedente l'esonero

28/06/2022 - L’INPS, con il messaggio n. 2581 del 2022, interviene riguardo la comunicazione dell’importo definitivo dell’esonero autorizzato sul versamento dei contributi previdenziali per la mensilità di febbraio 2021 e, a favore dei lavoratori autonomi agricoli, dal versamento della contribuzione di competenza del mese di febbraio 2021. Viene anche chiarita la modalità di proposizione delle eventuali domande di riesame. L’INPS, con il messaggio n. 2581 del 2022, interviene riguardo la comunicazione dell’importo definitivo dell’esonero autorizzato sul versamento dei contributi previdenziali per la mensilità di febbraio 2021 e, a favore dei lavoratori autonomi agricoli, dal versamento della contribuzione di competenza del mese di febbraio 2021. Viene anche chiarita la modalità di proposizione delle eventuali domande di riesame.

Cooperative: trattamento contabile dei ristorni tra gli emendamenti ai PCN

09/06/2022 - L’Organismo Italiano di Contabilità (OIC) ha pubblicato gli emendamenti ai principi contabili nazionali necessari a disciplinare alcuni istituti tipici delle società cooperative. In particolare la novità principale è legata al trattamento contabile dei ristorni. Gli altri punti affrontati negli emendamenti riguardano: la classificazione nel capitale sociale delle società cooperative delle azioni dei soci sovventori e delle azioni di partecipazione cooperativa previste dalla Legge 59/1992 (OIC 28); le modalità di impairment test per le cooperative che tengono conto delle limitazioni normative in tema di distribuzione dei dividendi e delle riserve (OIC 9); le specifiche indicazioni da inserire in nota integrativa (OIC 12). L’Organismo Italiano di Contabilità (OIC) ha pubblicato gli emendamenti ai principi contabili nazionali necessari a disciplinare alcuni istituti tipici delle società cooperative. In particolare la novità principale è legata al trattamento contabile dei ristorni. Gli altri punti affrontati negli emendamenti riguardano: la classificazione nel capitale sociale delle società cooperative delle azioni dei soci sovventori e delle azioni di partecipazione cooperativa previste dalla Legge 59/1992 (OIC 28); le modalità di impairment test per le cooperative che tengono conto delle limitazioni normative in tema di distribuzione dei dividendi e delle riserve (OIC 9); le specifiche indicazioni da inserire in nota integrativa (OIC 12).

Draft ESRS: in consultazione pubblica la bozza degli standard europei

16/05/2022 - La Commissione Europea ai fini della realizzazione di una Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD), ha previsto l'adozione degli EU Sustainability Reporting Standards (ESRS), ed ha chiesto all’EFRAG di fornire consulenza tecnica sotto forma di bozze di norme completamente preparate e/o di modifiche alle norme di rendicontazione della sostenibilità. La PTF-ESRS dovrà consegnare la sua Bozza ESRS per la consultazione pubblica con scadenza 8 agosto 2022. La prima serie di standard richiesta dalla proposta CSRD copre l'intera gamma di questioni di sostenibilità: ambiente, sociale, governance e standard trasversali. La Commissione Europea ai fini della realizzazione di una Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD), ha previsto l'adozione degli EU Sustainability Reporting Standards (ESRS), ed ha chiesto all’EFRAG di fornire consulenza tecnica sotto forma di bozze di norme completamente preparate e/o di modifiche alle norme di rendicontazione della sostenibilità. La PTF-ESRS dovrà consegnare la sua Bozza ESRS per la consultazione pubblica con scadenza 8 agosto 2022. La prima serie di standard richiesta dalla proposta CSRD copre l'intera gamma di questioni di sostenibilità: ambiente, sociale, governance e standard trasversali.

Revisori Legali: il pagamento della quota annuale evita la sospensione dall'Albo

09/05/2022 - Gli iscritti all’Albo dei Revisori Legali che non risultano aver provveduto al pagamento del contributo annuale per l’anno 2022 entro il 31 gennaio 2022, dovranno regolarizzare al più presto la loro posizione al fine di evitare l’attivazione della sospensione e successivamente, decorsi ulteriori 6 mesi dalla sospensione senza aver provveduto al versamento dei contributi omessi, la cancellazione dal Registro. A comunicarlo Ministero dell’Economia e Finanze, nella sezione dedicata ai revisori legali del sito istituzionale, che ricorda altresì le modalità per effettuare il pagamento. Gli iscritti all’Albo dei Revisori Legali che non risultano aver provveduto al pagamento del contributo annuale per l’anno 2022 entro il 31 gennaio 2022, dovranno regolarizzare al più presto la loro posizione al fine di evitare l’attivazione della sospensione e successivamente, decorsi ulteriori 6 mesi dalla sospensione senza aver provveduto al versamento dei contributi omessi, la cancellazione dal Registro. A comunicarlo Ministero dell’Economia e Finanze, nella sezione dedicata ai revisori legali del sito istituzionale, che ricorda altresì le modalità per effettuare il pagamento.

Fondo IPCEI: criteri generali per l'intervento e il funzionamento

28/06/2022 - Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato il decreto con cui procede all’attivazione, ai sensi dell’art. 1, comma 232, della legge n. 160/2019, dell’intervento del Fondo IPCEI a sostegno degli IPCEI H2 Technology, H2 Industry, Infrastrutture digitali e servizi cloud e Microelettronica 2, a valere: per euro 1.500.000.000,00 sulla Missione 4 “Istruzione, formazione, ricerca”, Componente 2 “Dalla ricerca all’impresa”, Investimento 2.1 “Importanti progetti di comune interesse europeo (IPCEI)” del PNRR e per euro 250.000.000 sulla Missione 2 “Rivoluzione verde e transizione ecologica”, Componente 2 “Energia rinnovabile, idrogeno, rete e mobilità sostenibile”, Investimento 5.2 “Idrogeno” del PNRR. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato il decreto con cui procede all’attivazione, ai sensi dell’art. 1, comma 232, della legge n. 160/2019, dell’intervento del Fondo IPCEI a sostegno degli IPCEI H2 Technology, H2 Industry, Infrastrutture digitali e servizi cloud e Microelettronica 2, a valere: per euro 1.500.000.000,00 sulla Missione 4 “Istruzione, formazione, ricerca”, Componente 2 “Dalla ricerca all’impresa”, Investimento 2.1 “Importanti progetti di comune interesse europeo (IPCEI)” del PNRR e per euro 250.000.000 sulla Missione 2 “Rivoluzione verde e transizione ecologica”, Componente 2 “Energia rinnovabile, idrogeno, rete e mobilità sostenibile”, Investimento 5.2 “Idrogeno” del PNRR.

Accordi per l'innovazione: in arrivo nuove risorse per 591 milioni di euro

28/06/2022 - Il Ministero dello Sviluppo Economico potrà agevolare il finanziamento del maggior numero di progetti presentati dalle imprese nell’ambito degli Accordi per l’innovazione grazie all’incremento di nuove risorse pari a oltre 591 milioni di euro, che si aggiungono alla dotazione finanziaria iniziale di 500 milioni di euro prevista dal Fondo nazionale complementare al PNRR. Il Ministero dello Sviluppo Economico potrà agevolare il finanziamento del maggior numero di progetti presentati dalle imprese nell’ambito degli Accordi per l’innovazione grazie all’incremento di nuove risorse pari a oltre 591 milioni di euro, che si aggiungono alla dotazione finanziaria iniziale di 500 milioni di euro prevista dal Fondo nazionale complementare al PNRR.

Parco Agrisolare: il contributo a fondo perduto per la realizzazione di impianti fotovoltaici su edifici a uso produttivo

28/06/2022 - È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 149 del 28 giugno 2022 il decreto 25 marzo 2022 del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali relativo agli “interventi per la realizzazione di impianti fotovoltaici da installare su edifici a uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale, da finanziare nell'ambito del PNRR, Missione 2, componente 1, investimento 2.2 «Parco Agrisolare»”. Il finanziamento consiste nell'erogazione di un contributo a fondo perduto per la realizzazione di impianti fotovoltaici su edifici a uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale. L'obiettivo è di creare e migliorare l'infrastruttura connessa allo sviluppo, all'adeguamento e all'ammodernamento dell'agricoltura, compresi l'accesso ai terreni agricoli, la ricomposizione e il riassetto fondiari, l'approvvigionamento e il risparmio energetico e idrico. È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 149 del 28 giugno 2022 il decreto 25 marzo 2022 del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali relativo agli “interventi per la realizzazione di impianti fotovoltaici da installare su edifici a uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale, da finanziare nell'ambito del PNRR, Missione 2, componente 1, investimento 2.2 «Parco Agrisolare»”. Il finanziamento consiste nell'erogazione di un contributo a fondo perduto per la realizzazione di impianti fotovoltaici su edifici a uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale. L'obiettivo è di creare e migliorare l'infrastruttura connessa allo sviluppo, all'adeguamento e all'ammodernamento dell'agricoltura, compresi l'accesso ai terreni agricoli, la ricomposizione e il riassetto fondiari, l'approvvigionamento e il risparmio energetico e idrico.

Società di Capitali: compiti e responsabilità degli amministratori e dei sindaci

27/06/2022 - Con la pubblicazione della circolare n. 9/2022 avente ad oggetto “Compiti e responsabilità degli amministratori e dei sindaci nelle società di capitali: i casi più rilevanti”, la Fondazione Accademia Romana di Ragioneria analizza e descrive i compiti e le responsabilità cui possono incorrere gli amministratori e sindaci nei casi di perdite di esercizio delle società di capitali e altri casi importanti che possono riguardare l’amministrazione e il controllo delle stesse. La nota operativa precisa che la responsabilità degli amministratori deriva solo ed esclusivamente dall’inadempimento e dalla violazione di obblighi e non dal risultato effettivamente ottenuto dall’assunzione di determinate decisioni. Con la pubblicazione della circolare n. 9/2022 avente ad oggetto “Compiti e responsabilità degli amministratori e dei sindaci nelle società di capitali: i casi più rilevanti”, la Fondazione Accademia Romana di Ragioneria analizza e descrive i compiti e le responsabilità cui possono incorrere gli amministratori e sindaci nei casi di perdite di esercizio delle società di capitali e altri casi importanti che possono riguardare l’amministrazione e il controllo delle stesse. La nota operativa precisa che la responsabilità degli amministratori deriva solo ed esclusivamente dall’inadempimento e dalla violazione di obblighi e non dal risultato effettivamente ottenuto dall’assunzione di determinate decisioni.

RC auto e natanti: adeguati i massimali di garanzia

27/06/2022 - Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 148 del 27 giugno 2022 il decreto 31 maggio 2022 del Ministero dello Sviluppo Economico con cui si effettua l’adeguamento dei massimali di garanzia RC auto e natanti. Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 148 del 27 giugno 2022 il decreto 31 maggio 2022 del Ministero dello Sviluppo Economico con cui si effettua l’adeguamento dei massimali di garanzia RC auto e natanti.

Contratti pubblici: delega al Governo per adeguare la disciplina al diritto europeo

24/06/2022 - È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 146 del 24 giugno 2022, la legge 21 giugno 2022, n. 78 che delega al Governo in materia di contratti pubblici. Il Governo è delegato ad adottare, entro sei mesi dal 9 luglio 2022 (data di entrata in vigore della legge), uno o più decreti legislativi recanti la disciplina dei contratti pubblici, anche al fine di adeguarla al diritto europeo e ai principi espressi dalla giurisprudenza della Corte costituzionale e delle giurisdizioni superiori, interne e sovranazionali, e di razionalizzare, riordinare e semplificare la disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, nonché al fine di evitare l'avvio di procedure di infrazione da parte della Commissione europea e di giungere alla risoluzione delle procedure avviate. È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 146 del 24 giugno 2022, la legge 21 giugno 2022, n. 78 che delega al Governo in materia di contratti pubblici. Il Governo è delegato ad adottare, entro sei mesi dal 9 luglio 2022 (data di entrata in vigore della legge), uno o più decreti legislativi recanti la disciplina dei contratti pubblici, anche al fine di adeguarla al diritto europeo e ai principi espressi dalla giurisprudenza della Corte costituzionale e delle giurisdizioni superiori, interne e sovranazionali, e di razionalizzare, riordinare e semplificare la disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, nonché al fine di evitare l'avvio di procedure di infrazione da parte della Commissione europea e di giungere alla risoluzione delle procedure avviate.

Quotidiano Giuridico

Il recesso del committente dal contratto di appalto privato ai sensi dell'art. 1671 c.c.

30/06/2022 -

Di seguito l'articolo dell'Avv. Valerio Sangiovanni, pubblicato in Immobili e proprietà, n. 6/2022, Ipsoa, Milano. 

Il contratto di appalto si basa sulla fiducia che il committente ripone nell’appaltatore nella buona capacità di quest’ultimo di realizzare l’opera o il servizio. Se il rapporto fiduciario - per qualsiasi ragione - viene meno, il committente può recedere dal contratto. In questo caso si tratta di regolare i rapporti intercorsi fra le parti. Problemi si pongono in particolare nel quantificare il “mancato guadagno” dell’appaltatore.

Come cambia la fatturazione elettronica dal 1° luglio 2022?

30/06/2022 - In questo video parleremo dell’ampliamento dell’obbligo di fatturazione elettronica ai forfettari, ovvero la categoria cd. partite Iva con redditi fino a 65mila...

La Brexit e il diritto di voto del britannico nello Stato membro di residenza

30/06/2022 - Effetti a cascata per il recesso del Regno Unito dagli accordi internazionali di creazione e partecipazione all'Unione europea. Infatti, i cittadini britannici...

Visione libri on-line

Visualizza tutti i volumi online

Speciali

Pace fiscale

Fonte: ipsoa.it

Reddito di cittadinanza

Fonte: ipsoa.it

Quota 100 e pensioni 2019

Fonte: ipsoa.it

Fattura elettronica

Fonte: ipsoa.it

Tariffe Inail 2019

Fonte: ipsoa.it

Auto: ecotassa e bonus 2019

Fonte: ipsoa.it

Fondo Garanzia PMI

Fonte: ipsoa.it

Video

One FISCALE: la soluzione che hai sempre desiderato

One FISCALE: la soluzione che hai sempre desiderato

Guarda i video
SSL Ambiente Condiviso: Vista Consulente - RSPP

SSL Ambiente Condiviso: Vista Consulente - RSPP

Guarda i video